Panoramica Generale

Osservando in parallelo tutti i grafici azionari è possibile notare come i mercati statunitensi siano sui massimi ed abbiano anche ritoccato gli stessi nel finire della settimana scorsa. Il Nikkei mostra una pendenza laterale almeno nelle ultime x Giornate e i mercati Eurostoxx 50 e Dax 30 mostrano un movimento correttivo che li hanno condotti sui minimi della settimana.

Il Dollar Index è riuscito a chiudere in debolezza di sotto di quota 94 e l'euro dollaro sta quotando stabilmente al di sopra del valore di 1,15.

Il mercato obbligazionario nelle ultime due giornate sta apprezzando il suo valore facendo così scendere il rendimento.
Una nota stonata viene dal prezzo del petrolio perché sta vedendo le quotazioni tornare verso il basso con il forte deprezzamento del valore del dollaro.

Il titolo Eni risente sicuramente del deprezzamento del petrolio perche continua a quotare al di sotto del valore di 13,20.
Tra i titoli azionari europei abbiamo i due bancari Intesa Sanpaolo e ING group in uno stato di forza mentre altri come Società Generale sono in uno stato di debolezza. Per il momento comunque l'equilibrio dei titoli bancari è ancora in uno stato di forza perché troviamo lì indice settoriale bancario intendenza rialzista.

Nella giornata di lunedì verranno rilasciati i dati dei direttori di acquisto sì europei che d'oltreoceano.

Volendo guardare nello specifico l'indice azionario Eurostoxx 50 possiamo dire che nella ultima settimana la strategia di opzioni ha creato un'area di non belligeranza tra lo strike 3400 e lo strike 3550 ediltutto si va ad inserire in un contesto precedente che vedeva posizionare opzioni Put nette dallo strike 3500. C'è comunque da precisare che le pile più importanti di open interest che iniziamo a vedere dallo strike PUt 3450 con 44000 contratti è sullo strike 3400 con 76000 contratti put netti.

Osservando il grafico a candele intraday si può anche qui definire un canale di prezzi tra il valore  di 3520 e 3400.
Per lunedì quindi ci dovremmo trovare vicino ad ad un area di supporto. Il tutto potrebbe sconfortato se l'euro smettesse di salire e rientrasse nel suo range di oscillazione degli ultimi due anni tra il valore di 1,05 e 1,14.

Buona Giornata

PS  ho dettato tutto al pc e non ho ricontrollato ,spero che abbia inteso bene  ciò che gli ho detto ;-)

Nessun commento:

Posta un commento

------

Eni

Nel grafico si vede che Eni quando chiude sopra 14.00  acquista notevole forza ma è altresì evidente che torna verso il basso con la ...